Seleziona una pagina

Convinti per millenni che la Terra fosse piatta, nell’Antichità nessuno provò mai a circumnavigarla.
Oggi sappiamo bene sia rotonda, e per quanto mi riguarda non mi stupirei affatto se domani mi dicessero che invece è quadrata!
Ma comunque. Il punto è un altro: per millenni, fino a Magellano, nessuno mai neanche ci provò! A circumnavigarla, intendo.

6 maggio 1954: Roger Bannister corse un miglio in meno di 4 minuti, stabilendo il record di 3 minuti, 59 secondi e 4 decimi e riuscendo in un’impresa fino ad allora giudicata addirittura fuori dalla portata di noi comuni mortali.
E da quel momento, da che nessuno prima c’era riuscito mai, a che diversi atleti scesero sotto la fatidica soglia.
Altro che impresa impossibile! Col cazzo che sotto questo limite il cuore sarebbe esploso, come sostenuto dagli studiosi dell’Ottocento.
Il caro Roger aveva mandato in frantumi una convinzione tanto radicata, quanto limitante.

E già, mio caro: se credi di poter fare qualcosa probabilmente ce la farai.
E viceversa, ovvio: se pensi di non poterla fare, neanche ci provi!
LIMITI DEL CAZZO.

Ne sono sempre stata fortemente consapevole, a dire il vero!
Ogni volta che cercavo lavoro e digitavo “segretaria” -per esempio- mi bloccavo il secondo successivo dialogando con la povera Lallai:
“ma io non voglio fare la segretaria, Cristo”
“allora perché lo digiti, cazzo!”

Perché pensavo di saper fare solo quello?! Anche. Certo.
Perché per digitare “onorevole” bisogna credere nel profondo e qualche palmo più giù che tutto sia davvero possibile.
Niente limiti! Già.
Ma tra il dire il fare, sappiamo bene che di acqua ne passa! E non solo sotto i ponti.
Nelle vene di tutti noi scorre a fiumi insieme al sangue: globuli rossi e convinzioni limitanti.
Un mix micidiale!

E comunque no: non diventai Onorevole in questa mia estate di profondo Cambiamento.
Ma feci qualcosa che non mi sarei aspettata -ma neanche mai sognata!- di poter fare: misi insieme tutti i racconti di una vita, diedi loro un titolo appropriato ed invece di digitare “segretaria” il mio dito indice scrisse “CONCORSO LETTERARIO” a mezzo tastiera.

E da quel momento…da che neanche ci speravo, a che cominciai addirittura a CREDERCI.
Roger Bannister di me stessa!

Il mio personalissimo record in fatto di limiti è datato 15 agosto 2017.
Dal giorno successivo è cominciata una meravigliosa avventura che ancora continua.
Chi mi segue da sempre un po’ già la conosce. Tu invece, caro lettore qualsiasi, la scoprirai dettagliatamente nel prossimo post! Prometto foto ed esilaranti dirette.
Ma permettimi di svelarti una parte del finale, già che ci siamo… e solo perché per una volta: è lieto.

STAY TUNED
Con affetto,
Roger Lallai Bannister