Seleziona una pagina

Gesù: non scrivo nulla da otto mesi.
Otto mesi! Una gravidanza, Per Dio.
Assolutamente non la mia, ovvio! Che istinto materno e soprattutto materia prima sono ancora allegramente dispersi a Timbuctù a grattarsi vicendevolmente la passera. Ma comunque.
Otto mesi!
Che poi, in fondo: nel frattempo è solo successo di tutto tendente all’incredibile…Ma questa è un’altra storia!

La vera questione adesso è un’altra.
Questo sito, il mio personalissimo Lallife.net, questo blog che avrebbe dovuto rivoluzionare la mia vita ed invece non si è cagato nessuno -se si esclude mamma Rosy e la mia amica del cuore dai tempi delle scuole medie, intendo- “will expire”.
Wordpress me lo ripete ormai da più di un mese, a caratteri cubitali e perentori. Quotidianamente!
Mezzo mail, sms, lettere minatorie e piccioni viaggiatori all’occorrenza.
Certo, non subito. Ma “will expire”. Very very soon, a dire il vero. Molto presto, sì. Pressoché…dopodomani!

Ora. Il problema è solo uno! Che per non “will expire” è necessario sborsare 134 Euro!
PORCA TROIA. Euro cento trenta quattro!
Che, per carità, è vero: avrei potuto tranquillamente evitare
1) quei quattro rossetti marca Nabla alla modica cifra di euro 44 virgola 70!
Ma era San Valentino, Cristo. Ero labile. Provata dalla singletudine! E comunque trattavasi di un Love Kit Edizione Super Limitata in fantastica confezione fucsia a cuori con quattro tonalità fantasmagoriche mat a lunghissima tenuta e…
Ok. No: i rossetti Nabla erano inevitabili!
2) Va beh: forse avrei potuto surclassare sull’ extension delle ciglia. Con successivo, dispendioso ritocco effetto 3D.
Ma comunque la prima volta era con un coupon! Le ho pagate solo un terzo del listino. (La prima volta!!!)
E poi sembro truccata di prima mattina, va bene?!?! Tre mesi senza utilizzare una goccia di mascara, vuoi mettere?!? Un sogno ad occhi aperti con tanto di sguardo alla Butterfly Effect! No: assolutamente da provare almeno una volta nella vita, cazzo.
3) …un intero mese di vacanza in Sicilia, forse?! Ma ne andava sinceramente della mia salute psico-fisica. Giuro!
Esattamente come le cinque volte che sono tornata a Milano. Che la famiglia è fondamentale! E sì, anche il fuoriporta a Napoli, la toccata e fuga a Palermo. La due giorni a Matera che ancora non ho fatto, ma farò. La Grecia che sto per prenotare. E comunque il Sandrino approverebbe!
4) Ecco: le tre sedute con lo psicologo, cazzo! Quelle erano assolutamente superflue. O meglio: io al Sandrino un po’ mi ci sono affezionata eh?! Soprattutto quando ha raccolto di mano sua il kleenex smocciolato numero 42 perché il tricipite con cui mi passava il cestino della cartastraccia chiedeva pietà dopo la prima mezz’ora di sollevamenti.
Ma con tutta sincerità: cinquanta euro sonanti per una chiacchierata di neanche un’ora…piuttosto ciglia alla Susy Capezzolo a vita, oh!
5) ricordarsi di chiamare Clivia per il ritocco di giovedì prossimo!
6) e Roberto per il quattordicesimo tattoo (edera. Rampicante. Tutta schiena. Fighissimo!)
7) Ma comunque. Anche l’Olio di Jojoba era essenziale. Un litro per forza! Che ho ancora Amazon Prime.
E quei sette libri! Ed il vestitino nero con righe bianche a latere super stretch con spacco da vacca, ma tranquillamente smorzabile con le scarpe da ginnastica. Assolutamente vitale, sì. (On-line. Su Shein. Se può servirvi ragazze!)

Vabbè, insomma.
PORCA TROIA. Euro: Cento Trenta Quattro. Mica pizza e fichi!
…per questo mio personalissimo Lallife.net
Per questo blog che avrebbe dovuto rivoluzionare la mia vita ed invece non si è mai cagato nessuno!
…soprattutto perché il mio ultimo post di ben……..sette post, è datato 22 Luglio 2017!
E’ che io proprio non capisco se sia una priorità: ecco tutto.
Non le distinguo in linea di massima: tutto qui.
O forse sì? Adesso, sì.
…ora che sta per essere pubblicato il MIO PRIMO LIBRO, intendo.

Sì. Temo che questo Blog, ora come ora, sia una degna priorità.
Centotrentaquattro Fottutissimi Euro.
Ce la puoi fare, Lallai: NIENTE PANICO!